Gli esperti di allattamento insistono sul fatto che le madri non dovrebbero negare il latte ai loro bambini se lo desiderano. Si scopre che il bambino può essere nutrito quanto vuole, tuttavia, molti pediatri non sono d'accordo con questa affermazione, sottolineando i diversi regimi di alimentazione per l'alimentazione naturale e artificiale. Una doppia opinione solleva una domanda ovvia per le madri: quanto spesso nutrire un neonato - secondo il regime o su sua richiesta?

Frequenza di alimentazione del colostro

Nei primi giorni dopo la nascita, il seno della madre è pieno di colostro. Il latte materno puro inizierà a essere prodotto dopo 2-3 giorni. Naturalmente, il neonato riceve solo il colostro in questi giorni. Si consiglia di attaccare il bambino al seno subito dopo il parto e spesso applicare il bambino al seno durante l'intero periodo di alimentazione del colostro. La sua quantità è piccola, ma il neonato è pieno a causa dell'alto valore nutritivo del prodotto..

Inoltre, esiste una relazione tra domanda (alimentazione del bambino) e offerta (il latte si accumula in quantità sufficienti). Dando attivamente al bambino un seno, la madre contribuisce al successo dell'allattamento.

Per molto tempo l'allattamento al seno è stato svolto a tempo, a intervalli chiari. I pediatri consigliano alle madri di applicare il bambino ogni 3-4 ore e di lasciarlo succhiare per 10-15 minuti. Inoltre, il latte rimanente doveva essere spremuto. Osservazioni pratiche hanno mostrato l'applicazione errata di questo regime. Le statistiche storiche indicano casi frequenti di mastite nelle madri e indigestione nei bambini.

Oggi, gli esperti si sono allontanati da quadri rigidi e credono che la frequenza di alimentazione dovrebbe essere determinata dalla madre su richiesta del bambino. Cosa significa nutrirsi a piacimento? Il seno viene dato al neonato in qualsiasi momento alla sua prima richiesta e ovunque si trovi la madre in questo momento. Il nuovo metodo di alimentazione si basa sulla frequenza di alimentazione basata sul comportamento del bambino, piuttosto che sull'ora esatta. In realtà, il bambino imposta il regime e tu ti sottometti a questa scelta..

Come capire se il tuo bambino vuole allattare?

Seguendo questo metodo, le madri allattano il neonato al minimo segno di ansia, se non lo rifiuta. Tuttavia, è improbabile che tu possa attaccare il bambino al capezzolo quando piange o è molto cattivo. È auspicabile che la madre impari a capire il suo bambino e distingua il desiderio di succhiare il seno da altri motivi dei suoi capricci. Ricorda i seguenti segni:

  • il bambino schiocca con le labbra;
  • il tuo "pulcino" apre attivamente la bocca e gira la testa;
  • inizia a succhiare l'angolo del pannolino o della propria cam.

L'alimentazione gratuita consente al tuo bambino di allattare non solo quando ha fame. Il bambino raggiunge il seno per la pace della mente, riceve protezione dal processo, conforto psicologico, assorbe l'amore e il calore della madre. È importante che anche la mamma si avvicini al processo con piacere, ricevendo molte emozioni positive dallo stretto contatto con il suo tesoro. Il tempo dell'allattamento al seno è un periodo inestimabile in cui si stabilisce uno stretto legame tra madre e bambino, che dura tutta la vita..

La cosa grandiosa è che i partecipanti al processo sono reciprocamente vantaggiosi. Il metodo gratuito, come ha dimostrato la ricerca, ha un effetto benefico sulle condizioni mentali e fisiche di mamma e bambino:

  • Lo sviluppo dei neonati è veloce e armonioso. I bambini che ricevono il seno su richiesta diventano più forti, sono meno suscettibili alle malattie e hanno un sistema nervoso equilibrato.
  • La donna riacquista rapidamente la sua forma prenatale. La protezione contraccettiva viene preservata naturalmente. La mamma evita i problemi ai capezzoli fintanto che il bambino afferra correttamente il capezzolo.
  • Il latte materno prodotto è ricco di sostanze nutritive, ha un alto contenuto di grassi e viene fornito in grandi quantità.
Con un corretto aggancio al seno, l'allattamento diventa una prevenzione naturale di lattostasi e mastiti.

Perché l'allattamento al seno frequente è benefico?

Alcune mamme esprimono dubbi su questo modo di nutrirsi, preoccupate per la quantità di latte di cui il bambino ha bisogno. L'ansia è associata a pensieri di eccesso di cibo o malnutrizione del bambino. Non c'è motivo di preoccuparsi, poiché una tale frequenza di alimentazione è bilanciata dalla produzione di latte in quantità sufficiente, ei neonati mangiano così attivamente da provocare involontariamente la corretta allattamento (vedi anche: come capire se un neonato ha abbastanza latte materno durante l'allattamento?). C'è una sorta di regolazione da parte del bambino della quantità di latte di cui ha bisogno. Il piccolo furbo, controlla intuitivamente la quantità di cibo, mangia bene e si sente felice.

A proposito, è con l'alimentazione oraria che il latte non viene completamente bevuto dalle briciole, il che porta al suo ristagno. L'allattamento peggiora, minacciando di interrompersi completamente, il che può spingere la madre a trasferire il bambino all'alimentazione artificiale. Inoltre, il momento di ristagno provoca la formazione di mastiti nella madre. Dopo tali conclusioni, avrai ancora dubbi sul metodo migliore per nutrire il tuo bambino? Scegli quello che si adatta non solo a te sotto tutti gli aspetti, ma sarà anche ottimale per il bambino.

Quando modificare il numero di allegati?

Dato che la frequenza delle poppate e la pienezza del seno con il metodo di alimentazione gratuita sono del tutto individuali, è impossibile fornire raccomandazioni precise sul numero di applicazioni. Ci sono bambini che succhiano velocemente e con forza, e ci sono quelli che "rotolano" il capezzolo in bocca, tirando lentamente goccia a goccia. È ovvio che è difficile calcolare il numero esatto di attaccamenti, ma non si può non menzionare i periodi di crescita attiva del bambino, quando ha bisogno di più latte..

Osservando lo sviluppo ciclico del bambino, gli esperti hanno individuato quattro periodi luminosi fino all'età di 1 anno, in cui il bambino aumenta notevolmente nella crescita. Gli indicatori approssimativi sono i seguenti:

  • 7-10 giorni di vita;
  • da 4 a 6 settimane;
  • entro 3 mesi;
  • a 6 mesi.

Avvicinandosi a queste scadenze, le madri pensano che il bambino sia malnutrito, che sia costantemente affamato. Pensando di avere poco latte, la donna cerca di nutrire le briciole con miscele. Non vale la pena farlo. Passeranno 2-3 giorni e il tuo corpo si adatterà al fabbisogno delle briciole, inizierà a produrre più latte. L'instabilità degli indicatori in termini di frequenza degli attaccamenti è associata allo sviluppo generale del bambino e al suo appetito. Le mamme non dovrebbero preoccuparsi di queste esitazioni: le allattano solo quando ne hanno bisogno..

Le statistiche compilate dai pediatri indicano che un bambino può chiedere il seno 8-12 volte al giorno. Le cifre sono, ovviamente, provvisorie, non riflettono il quadro completo. È considerato normale che il bambino succhi il latte 20 volte al giorno. Il latte materno viene assorbito molto rapidamente, quindi va bene se il tuo bambino chiede un seno mezz'ora dopo l'allattamento. La nutrizione naturale non influisce sul sistema digestivo del bambino.

Quanto tempo ci vuole per una poppata?

Ogni bambino decide da solo di quanto ha bisogno per allattare. La fretta è controllata in breve tempo e l'omino premuroso allunga il piacere e mangia per più di mezz'ora. Crescendo e padroneggiando la suzione, i bambini aumentano la velocità di assunzione del cibo, scegliendo la quantità di latte necessaria in pochi minuti. I tempi consigliati dai pediatri sono calcolati in media, quindi prendi le abilità del tuo tesoro e dai da mangiare quanto necessario: non esiste un tasso esatto. Le raccomandazioni speciali sono stabilite solo per l'alimentazione con la formula.

Più il bambino cresce, meno tempo gli occorre per consumare un pasto completo.

Come alternare l'allattamento al seno?

L'alternanza del seno è benefica per la madre e aiuta ad alleviare il gonfiore doloroso del seno quando il bambino sta mangiando. La durata della presa su un seno dipende dal processo di produzione del latte nella madre e dall'appetito del bambino. Alcuni bambini controllano un seno in 5 minuti, mentre l'altro allunga il processo per 10-15 minuti. Se agisci secondo le raccomandazioni degli specialisti, è necessario effettuare un cambio del seno, dividendo a metà il tempo di alimentazione totale.

Le mamme conservatrici preferiscono dare un seno per poppata. Coloro che hanno adottato il metodo gratuito tengono dei registri per tenere traccia del loro programma dei pasti. Anche i bambini sono diversi: alcuni amano succhiare un seno, altri cambiano con calma i capezzoli, pensando solo a prendere abbastanza latte. I pediatri concordano sul fatto che alternare il seno in una poppata è più conveniente e corretto..

Le raccomandazioni di Komarovsky

Il dottor Komarovsky commenta positivamente l'approccio libero all'alimentazione, ma sottolinea che le richieste del bambino dovrebbero essere basate sulla fame e non su altri motivi. Se il pannolino del bambino è traboccante o il bambino soffre di surriscaldamento, il calore pungente lo assilla, può allungare la mano verso il petto, cercando di trovare sollievo dalle sensazioni di disagio che contiene. Non dovresti dargli un seno. È importante che una madre sappia esattamente quando il bambino vuole davvero mangiare. Si scopre che è possibile mangiare un bambino secondo il metodo gratuito, ma osservando un intervallo di 2 ore.

Inoltre, il famoso pediatra attira con insistenza l'attenzione su un punto essenziale: indipendentemente dal metodo con cui allatti il ​​bambino, sia la madre che il bambino dovrebbero ricevere piacere..

Frequenza di alimentazione quando si utilizza la formula

La formula del latte per bambini, nonostante le assicurazioni dei produttori che è il più vicino possibile nella composizione al latte materno, differisce in modo significativo da esso. Un bambino alimentato con latte artificiale impiega più tempo per digerirlo, quindi un programma di pasti sciolti non è adatto. La madre dovrebbe distribuire il latte artificiale a intervalli fissi. In modo ottimale, la pausa dura 3-4 ore durante il giorno e 6-7 ore durante la notte.

Quando si analizzano le opzioni di alimentazione per le persone artificiali, è necessario ricordare che i pediatri hanno calcolato indicatori standard approssimativi, a cui è opportuno aderire. Il bambino riceve tutta la miscela di cui ha bisogno a una certa età. Organizzando in modo improprio la nutrizione del bambino con la formula, puoi provocare problemi di salute per il bambino. L'apparato digerente del bambino è particolarmente vulnerabile all'uso di miscele..

Con che frequenza dovrebbe allattare un neonato e adattare il latte artificiale? Alimentazione a ore o su richiesta?

Esperto: consulente per l'allattamento al seno Nina Zaychenko

Quanto spesso dovrei nutrire il mio neonato? Questa domanda sorge spesso per una giovane madre che non riesce a capire quale consiglio seguire: moderni specialisti dell'ospedale di maternità (che raccomandano di nutrire il bambino su richiesta) o madri e nonne che affermano di aver dato sempre il seno o il latte artificiale al loro bambino rigorosamente in tempo - ogni tre ore, compresa la poppata notturna, per le quali il bambino deve essere appositamente svegliato.

Alcune mamme moderne preferiscono seguire parzialmente il consiglio della nonna e nutrire i loro bambini a ore, ma non svegliarli di notte, poiché credono che un bambino affamato si sveglierà di notte e, se necessario, chiederà cibo.

Dov'è finita la domanda "Quante volte al giorno allatta un bambino?" e una raccomandazione di fare intervalli di tre ore tra le poppate?

Questa raccomandazione proveniva dal lontano passato sovietico, esattamente dal luogo in cui le nostre nonne nutrivano i loro bambini.

C'erano due ragioni per questo negli ospedali di maternità sovietici..

In primo luogo, è stato solo nel 1982 che le madri sovietiche hanno potuto usufruire del congedo parentale per prendersi cura di un bambino fino a 1,5 anni. Fino a quel momento la vacanza durava solo un anno, e anche prima erano 70 giorni. Pertanto, la mamma non aveva troppo tempo per rilassarsi e dedicare al bambino tutto il tempo necessario..

Nell'ospedale di maternità sovietico, i bambini venivano tenuti separati dalle madri (indipendentemente da quale fosse il parto), quindi, per abituare tutti in anticipo al regime generale, i bambini venivano portati dalle madri ogni tre ore per l'alimentazione. Nella prima epoca sovietica (anche quando le nostre nonne erano giovani), raramente una madre riusciva a nutrire un bambino fino a un anno di età. Non c'erano miscele artificiali per nutrire i bambini dalla nascita in URSS, quindi, andando a lavorare, una donna creò personalmente una "miscela" che lasciò a parenti o tate per nutrire il suo bambino, e, di regola, questa miscela consisteva in latte vaccino diluito con acqua aggiungendo lo zucchero. Successivamente, le miscele "Baby" e "Baby" iniziarono ad apparire nella produzione, con cui le madri nutrivano i bambini.

In secondo luogo, quando sono comparsi sostituti artificiali del latte materno, l'intervallo tra le poppate è aumentato in modo significativo perché le prime formule adattate erano piuttosto "pesanti" da assorbire per il corpo del bambino e richiedevano molto tempo per digerire. Se confrontiamo le formule di vecchia generazione con il latte materno, la differenza tra loro sarà la seguente: il latte materno viene assorbito dal corpo del bambino entro 60-90 minuti e i sostituti del latte materno e la formula adattata entro 180 minuti (3 ore). È stato in relazione al passaggio totale all'alimentazione con miscele artificiali che è sorto l'intervallo di tre ore raccomandato tra le poppate: dopotutto, la maggior parte delle madri è andata a lavorare presto e non ha avuto l'opportunità di nutrire il bambino anche per un anno. Pertanto, anche quando il bambino artificiale era affamato e piangeva, chiedendo cibo, i pediatri sovietici proibivano di nutrire il bambino prima di tre ore dopo, poiché la miscela precedentemente non digerita poteva provocare problemi nel tratto gastrointestinale.

Posso sovralimentare il mio bambino con il latte materno? Con che frequenza dovrebbe allattare un neonato??

Per capire quanto spesso allattare un neonato, immagina di essere una giovane madre con un bambino su un'isola deserta, dove non hai idea del tempo o dell'orologio. Vorresti guardare il sole muoversi o calcolare gli intervalli tra le poppate del tuo bambino? Rispondendo a questa domanda, capirai che per natura è nel corpo nutrire il bambino su sua richiesta. E il corpo del bambino umano stesso è creato in modo tale che l'alimentazione su richiesta è naturale per lui e mira a mantenere la salute..

Per quanto riguarda la risposta alla domanda "Quanto tempo ci vuole per nutrire un neonato?", La risposta sarà semplice: finché il bambino non sarà soddisfatto.

Perché la miscela artificiale impiega così tanto tempo a digerire??

Perché le formule del latte più vecchie non contengono enzimi che aiutano il latte materno a digerirsi.

Tuttavia, la scienza non si ferma e recentemente gli scienziati sono riusciti a fare una scoperta che ha cambiato radicalmente le possibilità dell'alimentazione artificiale. Questa scoperta è stata fatta studiando la composizione del latte materno umano, il cui principale segreto sono i cosiddetti oligosaccaridi del latte materno (BMO). È stato possibile rilevare OGM nella composizione del latte materno nel secolo scorso, ma sintetizzarli (riprodurli in condizioni di laboratorio) solo pochi anni fa. Gli scienziati sono stati in grado di creare oligosaccaridi artificiali assolutamente identici a quelli naturali. E questo è stato un vero passo avanti nell'uso delle formule per il latte per bambini, perché ora questo componente unico si aggiunge al più moderno di essi..

Gli oligosaccaridi del latte materno sono composti bioattivi unici: aiutano a sviluppare il sistema immunitario del bambino, proteggono il suo corpo dalle infezioni, impediscono la moltiplicazione dei batteri patogeni e, al contrario, aiutano a crescere. Inoltre, gli oligosaccaridi supportano lo sviluppo del cervello del neonato.

Pertanto, rispondendo alla domanda di una madre moderna "Quanto spesso nutrire un bambino con una formula di latte adattata e vale la pena nutrire un bambino di notte?" Le raccomandazioni dell'OMS dicono che i bambini allattati artificialmente oggi possono anche essere nutriti su richiesta (cioè quando il bambino chiede cibo). Tuttavia, questa raccomandazione si applica all'uso di miscele di nuova generazione. È vero, la quantità della miscela è ancora raccomandata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per limitare: cioè, per dare al bambino non più di un volume che corrisponda ai suoi parametri fisiologici (peso ed età), anche se insiste nell'aggiunta. E la quantità di formula che non viene mangiata dal bambino non dovrebbe essere offerta al bambino con la forza..

Naturalmente, il miglior cibo per un neonato è il latte materno, che, come abbiamo scoperto, può essere somministrato a un bambino su richiesta. Se non hai la possibilità di allattare, la scelta migliore per un bambino è una formula di latte di nuova generazione, che è la più vicina al latte materno umano. Nella scelta dell'alimento più adatto al tuo bambino, studia prima attentamente la composizione della formula, prestando particolare attenzione alla presenza di luteina, acidi grassi polinsaturi Omega-3 e Omega-6, nucleotidi, prebiotici e probiotici. Se il tuo bambino è soggetto a reazioni allergiche, scegli le formule di latte ipoallergeniche. Ma in ogni caso, assicurati di consultare un pediatra.

  • Esperto
  • Articoli Recenti
  • Risposta

Sull'esperto: Nina Zaichenko

Consulente per l'allattamento al seno
Aiuta a risolvere i problemi associati all'allattamento al seno e all'organizzazione dell'allattamento al seno:
- preparazione per l'alimentazione, organizzazione dell'allattamento al seno
- "latte insufficiente" e aumento di peso insufficiente nel bambino
- "molto latte" e frequente lattostasi nel seno
- "rifiuto" del bambino dal seno
- passaggio dall'alimentazione artificiale all'allattamento al seno
- passaggio dall'alimentazione mista all'allattamento al seno
- introduzione di alimenti complementari
- completamento della lattazione
- supporto di follow-up previa consultazione, se necessario
- aiuto psicologico, sostegno e cura per una madre che allatta

Per quanto tempo nutrire un neonato con il latte materno

La nutrizione è uno dei fattori principali nella formazione di un corpo sano. Altrettanto importanti sono la corretta organizzazione dell'alimentazione e il monitoraggio costante del processo. Pertanto, la domanda su quanto a lungo nutrire un neonato con il latte materno non è affatto inattiva. Dopotutto, il cibo in eccesso è dannoso tanto quanto la malnutrizione..

Un altro pasto

Durata della poppata

Il cibo è la principale fonte di sostanze vitali per lo sviluppo del corpo. Il più equilibrato in questo senso è il latte materno. Fornisce al bambino l'energia necessaria per la crescita, la normalizzazione dei processi metabolici, l'attività neuromuscolare.

Importante! Più piccolo è il bambino, maggiori saranno i costi energetici. Se il bambino non riceve abbastanza cibo, è difficile per il corpo mantenere le funzioni vitali di base..

L'eccesso di cibo dà al bambino disagio sotto forma di rigurgito abbondante e pancia gonfia. Ancora più importante, un eccesso di nutrienti che sono entrati nel corpo può causare gravi interruzioni nello sviluppo fisico e mentale. Un grande carico sull'apparato digerente porta a disturbi dell'attività di altri organi.

La nutrizione dovrebbe soddisfare gli standard stabiliti per i bisogni fisiologici dei neonati legati all'età. Pertanto, la quantità di latte materno dovrebbe essere costantemente regolata man mano che il bambino cresce..

Frequenza di alimentazione del colostro

La prima volta che il bambino viene applicato al seno 6-8 ore dopo la nascita. Per 3 giorni, il bambino si nutre di colostro, un liquido giallastro denso e appiccicoso.

Latte materno e colostro

Nota! In termini di valore energetico, il colostro supera il latte maturo e contiene più nutrienti. Viene facilmente assorbito inalterato dalle pareti intestinali, il che contribuisce alla rapida assimilazione del prodotto.

Il primo giorno lo stomaco del bambino può contenere 7-10 g di colostro per assunzione. Questo è sufficiente per avviare il meccanismo digestivo. Per fornire al corpo una quantità giornaliera di energia, il neonato viene applicato al seno ogni 3 ore. I bambini indeboliti e prematuri vengono nutriti 10-12 volte al giorno.

Dal 2 ° giorno, il bambino mangia già fino a 10-20 g di colostro con una dose giornaliera di 90 g. Pertanto, la frequenza dell'allattamento al seno si riduce a una media di 9 visite con un intervallo delle stesse 3 ore.

Durata della poppata

I primi 3 giorni del neonato sono alimentati al meglio su richiesta. Il colostro viene digerito rapidamente e il bambino si sveglia perché vuole mangiare. La mamma si mette il bambino al seno e aspetta che sia pieno. Alcuni bambini affrontano il processo rapidamente, altri lo gustano lentamente. Pertanto, è difficile decidere se il bambino è pieno o meno..

Per capire quanto nutrire un neonato in tempo, non bisogna prestare attenzione al comportamento del bambino. Potrebbe bere qualche sorso e addormentarsi sotto il petto. Questo non significa che sia ora di smettere di nutrirsi. Il bambino ha bisogno di essere incasinato e costretto a mangiare di più.

Un altro bambino, avendo bevuto la dose prescritta, continua a succhiare. Ma non lo fa perché ha fame, è solo a suo agio con sua madre. Se il bambino succhia, ma non deglutisce, allora è pieno..

Processo della durata di 20 minuti

Per avere la garanzia che il piccolo abbia ricevuto la porzione di cui ha bisogno, gli esperti consigliano di essere guidati dal tempo standard per l'allattamento al seno di un neonato. Il processo dovrebbe durare 20-25 minuti (con una corretta cattura del capezzolo).

Indennità di volume per alimentazione singola

Dalla 2a settimana di vita, la frequenza dell'allattamento al seno diminuisce. In effetti, un tempo, il bambino è già in grado di assorbire più latte, lo digerisce più lentamente del colostro. Se il bambino è pieno o meno dipende dalla qualità del liquido mammario..

In una poppata, il bambino può succhiare più latte, nell'altra meno. Per i neonati nelle prime settimane, il tasso di volume viene calcolato utilizzando la formula, in base all'età:

Dove:

  • n è il numero di giorni del bambino;
  • 10 - la quantità media di latte per 1 volta, ml.

Se un neonato ha una settimana, dovrebbe ricevere 70 ml di liquido nutritivo per 1 poppata. Il numero ottimale di visite al giorno per una data età è 9. Sulla base di questo, la tariffa giornaliera per un bambino sano è di 630 ml (70 x 9).

Come determinare la corretta quantità di latte?

Dal 14 ° giorno, l'alimentazione viene calcolata secondo altri criteri (ma tenendo conto anche dell'età). In questo caso, per capire quanti millilitri alla volta un bambino dovrebbe ricevere, determinare prima il fabbisogno giornaliero.

Norma sul latte per i neonati

ModoDescrizione
A pesoIl calcolo della nutrizione giornaliera per un bambino in via di sviluppo normale viene effettuato secondo i seguenti parametri:
• da 2 settimane a 2 mesi - 1/5 del peso del corpo;
• fino a 4 mesi - 1/6;
• fino a sei mesi - 1/7.
Per il resto del periodo fino a 1 anno, i bambini hanno bisogno di 1 litro di cibo liquido.
Per contenuto caloricoPiù ricco è il cibo, più soddisfacente è il bambino. Se valutiamo l'energia del latte umano, 1 litro contiene 700 kcal. Con questo in mente, calcola la tariffa giornaliera per 1 kg di peso corporeo:
• nel 1 ° trimestre dell'anno sono richieste 120-130 kcal;
• nel 2 ° - 110-120 kcal;
• nel 3 ° - 100-110 kcal;
• nel 4 ° - 90-100 kcal.
La diminuzione degli indicatori è dovuta al fatto che il corpo si sviluppa più attivamente nei primi mesi di vita..

L'azione della tabella può essere mostrata con un esempio:

  1. Un bambino nato con un peso di 3,5 kg dovrebbe avere un peso corporeo di 4-5 kg ​​a 2 mesi. Ciò significa che ha diritto a 0,8-1 litri di latte al giorno. La frequenza media di alimentazione durante questo periodo è 6 volte. Per 1 visita, il bambino ha bisogno di 133-166 ml di liquido.
  2. Quando si calcolano i volumi in base al valore energetico, si ottengono tali indicatori. A 2 mesi, un bambino ha bisogno di 500-650 kcal al giorno. Per 1 poppata, il corpo dovrebbe ricevere circa 83-108 kcal. Traducendo il valore nutritivo del latte in volumi, è possibile ottenere che la giusta quantità di latte alla volta sia 120-155 ml.

I calcoli di cui sopra sono mediati, quindi non è necessario rispettarli rigorosamente. Un bambino calmo potrebbe avere abbastanza 130 ml per dose, uno più attivo - 160 ml non saranno sufficienti.

Nota! I bambini indeboliti e prematuri aumentano la frequenza di alimentazione, questo deve essere preso in considerazione durante il calcolo.

Quante volte alternare i seni

In epoca sovietica, i medici insegnavano alle madri a dare al bambino un seno per l'allattamento, lasciando l'altro da riempire per la prossima chiamata. Ma se le ghiandole producono poco fluido nutritivo, il bambino semplicemente non si ingozza e chiederà di più. Pertanto, è più saggio nutrirlo da un altro seno..

Se ascolti l'opinione dell'autorità di tutte le madri del mondo - Benjamin Spock, nutrirsi con l'uso simultaneo di entrambe le ghiandole è razionale. Ma solo se rispetti queste regole:

  • iniziando una poppata dal seno sinistro, nel turno successivo, dare prima quella destra;
  • la durata della suzione del primo seno è di 12-15 minuti, durante i quali il bambino svuoterà completamente i "bidoni";
  • spostando il bambino sotto il secondo capezzolo, tienilo lì per altri 10 minuti, durante i quali avrà il tempo di avere abbastanza.

Benjamin Spock - Maestro di pediatria

Informazioni aggiuntive. La mamma non deve preoccuparsi che entrambi i seni siano vuoti. Il completo svuotamento delle ghiandole stimola l'allattamento attivo. Quindi il bambino non rimarrà affamato.

Dr. Komarovsky sull'alimentazione dei bambini

Le donne russe sono abituate a fidarsi del candidato di scienze mediche, Yevgeny Komarovsky. Non è solo un sostenitore dell'alimentazione naturale, ma anche un regime "a rotazione", a cui si aderisce entro limiti ragionevoli..

Frequenza di alimentazione di un neonato

Se regoli costantemente l'assunzione di cibo a una certa ora del regime, la madre rischia di provocare stress nel bambino affamato. Inoltre, non dovresti praticare ciecamente l'alimentazione su richiesta, altrimenti il ​​numero di chiamate aumenterà di 2-3 volte, la donna sarà privata dell'opportunità di riposare e fare i lavori domestici..

L'autorità principale delle madri russe

È più razionale scegliere un'opzione media, soggetta ai seguenti principi:

  • anche in un programma flessibile, il feed successivo non dovrebbe arrivare prima di 2 ore dopo quello precedente;
  • per i neonati mensili, la durata ottimale del riposo tra le sessioni è di 3 ore; con l'età, il divario tra le poppate aumenta gradualmente;
  • se il bambino è tenuto sotto regime e ha richiesto cibo un po 'prima dell'orario stabilito, dovrebbe essere nutrito (mezz'ora non giocherà un ruolo);
  • di notte è consigliabile fare una pausa di 6 ore nell'alimentazione; ma, se il bambino si sveglia e chiede da mangiare, è meglio soddisfare la sua richiesta (forse nell'ultima seduta non è stato nutrito abbastanza).

Fino a sei mesi, vale la pena aderire alle raccomandazioni del dottor Komarovsky in merito alla frequenza di alimentazione. Quindi al bambino viene iniettato cibo solido, qui la produzione tempestiva di succo gastrico è già importante. Pertanto, il bambino si abitua gradualmente al regime.

Tasso unico di latte materno

Nei suoi programmi E.O. Komarovsky consiglia alle madri di monitorare l'aumento di peso nei bambini. In media un neonato dovrebbe aumentare di 150-200 g alla settimana, se l'indicatore reale differisce in modo significativo da questa norma significa che il bambino o è malnutrito o riceve più cibo..

Per controllare la nutrizione, puoi utilizzare le raccomandazioni dell'OMS per determinare le norme per il volume del latte materno (sono descritte sopra). La quantità di liquido effettivamente bevuta da un bambino può essere determinata solo nella pratica. Per fare questo, la casa deve avere una bilancia..

Il bambino viene pesato immediatamente prima e immediatamente dopo l'alimentazione. La differenza tra gli indicatori sarà la quantità di latte che bevi..

Pesare da solo non è sufficiente: il bambino può bere 280 ml in 1 dose, in un'altra solo 100 ml e dormire sonni tranquilli. Pertanto, la pesatura di controllo viene eseguita ad ogni poppata per uno o due giorni. Solo allora possiamo giudicare il riempimento delle ghiandole con il latte e il rispetto delle norme. Anche se questo non è ancora un argomento. Il bambino può bere molto, ma non sarà sazio a causa dello scarso valore nutritivo del latte materno. Le nostre nonne sapevano come determinare quanto fosse alto in calorie.

Come determinare la quantità mangiata

Per i neonati di 1-2 mesi, il grado di sazietà era determinato dal numero di pannolini sporchi (allora non c'erano pannolini):

  • quando il bambino si è svuotato poco più di 12 volte, questa è la norma;
  • se il numero è ridotto a 8, non dovresti arrabbiarti troppo - per saturare il bambino, la frequenza delle poppate aumenta;
  • contaminazione dei pannolini al giorno meno di 7 volte - prova che il bambino è malnutrito.

Nota. Più nutriente è il latte, più attivamente lavorano gli organi coinvolti nel metabolismo. Se il bambino mangia troppo, l'eccesso uscirà attraverso l'esofago con abbondante rigurgito..

Cause di malnutrizione e sovralimentazione dei bambini

I bambini denutriti rallentano lo sviluppo e soffrono di una massa di patologie. Ma la costante sovralimentazione del bambino non promette nulla di buono. Le briciole in sovrappeso rischiano di contrarre aterosclerosi vascolare e problemi cardiaci. Un disturbo metabolico porta inoltre a malattie del fegato e del pancreas. Di conseguenza, all'età di un anno, al bambino potrebbe già essere diagnosticata l'obesità..

Un neonato può essere malnutrito o mangiare troppo per diversi motivi. Il più fondamentale è il mancato rispetto della frequenza e della durata della poppata da parte della madre. Non è necessario aderire a regole rigide in questo processo: i principi di programmazione flessibile vanno bene..

Affinché il liquido mammario saturi il bambino, la donna deve monitorare la sua dieta. Più equilibrata e sana è la dieta della madre, più nutrienti riceverà il bambino. Quindi anche la norma minima una tantum sarà sufficiente per lui per il pieno sviluppo..

Se il bambino non ha abbastanza latte da un seno, deve essere somministrato l'altro. Non puoi lasciare il tuo bambino mezzo affamato. Se c'è ancora del fluido nelle ghiandole dopo l'alimentazione, dovrebbe essere espresso, sebbene alcune persone ignorino questa misura. Più svuoti i tuoi seni, più saranno pieni alla successiva poppata.

La nutrizione della mamma

Affinché il bambino cresca calmo, vigoroso e normalmente ingrassi, è necessario prestare la massima attenzione alla sua alimentazione. L'allattamento al seno è il "gold standard" che fornisce al corpo tutto il necessario per l'adattamento dei neonati e il loro ulteriore sviluppo. Una corretta alimentazione dei bambini non è caotica: obbedisce a determinate norme e principi, che per le madri dovrebbero diventare come "Padre nostro".

Allattamento al seno: 100 e 1 consigli per l'allattamento al seno


Se una fila armoniosa di numeri viene eliminata dalla congiunzione "e", non ci saranno errori. Perché, sai, ci possono essere non solo 101 suggerimenti, ma milioni di volte di più. Ma solo quei 100 e 1 che abbiamo preparato per te saranno davvero utili..

1. Nei giorni 1-5 dopo il parto, quando il tuo latte non è ancora arrivato, il bambino ha abbastanza colostro: i suoi reni possono sopportare solo questi 2-5 ml. E i benefici per la sua salute e per il tuo seno sono enormi.!

2. Dal colostro, il bambino riceve immunoglobuline, che lo proteggeranno se l'inseminazione con flora patogena avviene durante il passaggio attraverso il canale del parto. Pertanto, chiedi di attaccare il bambino al seno nei primi minuti dopo la nascita..

3. Ti può essere vietato di attaccare un bambino al seno sul tavolo da parto solo se: hai fatto un taglio cesareo con l'uso dell'anestesia generale; hai perso molto sangue durante il parto; hai l'HIV, la sifilide e altri virus; le condizioni del bambino sulla scala di Apgar sono inferiori a 7 punti, soffre di asfissia o lesioni al parto intracraniche. 2-3 ore dopo il parto, l'effetto non sarà lo stesso.

4. L'applicazione delle briciole sul petto sul tavolo da parto provoca contrazioni uterine: la placenta viene separata più velocemente. Innesca anche il meccanismo della normale lattazione e aiuta a stabilire un migliore contatto psico-emotivo con il bambino..

5.Se vuoi attaccare immediatamente il bambino al seno, al tavolo da parto, ma ti viene mostrato il parto solo con taglio cesareo, scegli l'anestesia epidurale piuttosto che generale.

6. I medici hanno il diritto di rifiutare di portare il bambino per l'alimentazione se: il neonato è in condizioni gravi e si trova in terapia intensiva; sei sottoposto a trattamento antibiotico o anche in terapia intensiva. Un raffreddore, naso che cola o bronchite non è un motivo per rifiutare le poppate. È sufficiente indossare una benda di garza sul viso durante l'allattamento.

7. Le dimensioni del seno non influiscono sulla forza dell'allattamento. Dai primi minuti di vita del tuo bambino, applicalo regolarmente sul tuo seno. La cosa principale è essere completamente sicuri di nutrire il bambino in sicurezza..

8. Se l'allattamento al seno non è possibile nei primi giorni dopo il parto, assicurarsi di estrarlo a mano o utilizzando un tiralatte. Se il liquido non esce dal seno, si svilupperà la lattostasi, seguita da mastite. Un deflusso regolare di latte dai primi giorni dopo il parto è la chiave per una lattazione lunga e completa in futuro..

9. Per le prime 6 settimane dopo il parto, attaccare il bambino al seno alla sua prima richiesta. Non è necessario stabilire un programma di alimentazione. Infatti, in queste settimane, il bambino sviluppa tutti gli atteggiamenti di vita e la fiducia nel mondo in cui è entrato.

10.Nei primi 3 mesi di allattamento, così come nel 7-8 ° mese di alimentazione, si osservano le cosiddette crisi del latte. In questo momento, può sembrare che la quantità di latte stia diminuendo. In nessun caso non nutrire il bambino con la miscela, basta dare il seno più spesso. Dopo 3-6 giorni, l'allattamento verrà ripristinato.

11. Meno peso nasce il bambino, meno latte succhia in una poppata e più spesso chiederà il seno. Ma più diventa forte, meno spesso ha bisogno di nutrirsi..

12. Non allattare il tuo bambino al primo segno di ansia, solo per tenerlo tranquillo. Forse ha solo caldo (o freddo), o ha macchiato il pannolino. O forse vuole "chattare"?

13. Dal 3-4 ° giorno dopo la nascita, un bambino può richiedere il seno fino a 12-20 volte al giorno, gli intervalli tra le poppate vanno da 15 minuti a 3-4 ore. Entro 2-2,5 mesi dalla nascita deve essere stabilito un regime relativamente regolare.

14. Cerca di scegliere una posizione per l'allattamento più comoda per te. Se sei a disagio (c'è dolore al collo, alla schiena, tensione eccessiva nella parte bassa della schiena e nelle braccia), potresti avere associazioni negative con l'alimentazione, e questo sarà il primo passo sul percorso dello svezzamento ingiustificato del bambino dal seno.

15 Se hai i capezzoli screpolati, usa una crema crepa. Non smettere di nutrire il tuo bambino. Dai il tuo seno attraverso uno speciale cuscinetto in silicone disponibile in farmacia o in un negozio di maternità.

16. Assicurati che il tuo bambino stia allattando correttamente per evitare capezzoli screpolati. Quando cattura il capezzolo con le labbra, il bambino dovrebbe prendere in bocca non solo il capezzolo, ma anche l'areola, un cerchio scuro attorno ad esso. In caso contrario, tirare indietro la pelle intorno al capezzolo, rimuoverla e offrire di nuovo il seno..

17 Nutrire il tuo bambino con il latte estratto da un biberon perché i tuoi capezzoli sono screpolati è molto pericoloso per l'allattamento. Già dopo 2-3 poppate "biberon", il bambino imparerà che il latte materno scorre più facilmente dal capezzolo (per mangiare non è necessario "lavorare" e succhiare) e presto si rifiuterà di mangiare dal seno. E questo porta direttamente a una cessazione anticipata dell'allattamento, poiché nessun tiralatte può svuotare completamente il seno, come un bambino..

18. Se il seno del bambino viene sollevato in anticipo e gli viene offerto il secondo, non succherà il primo latte "dorsale", che è più nutriente e saturo di sostanze utili. E si trasformerà anche in una ventosa pigra: non proverà a tirare fuori il latte dal seno e si abituerà, c'è solo il latte anteriore, che letteralmente si riversa dal seno. Essendosi nutrito male, presto chiederà di nuovo cibo.

19. Di regola, il latte di un seno è sufficiente per un bambino. I bambini grandi a volte hanno bisogno di mangiare dalla seconda ghiandola. È importante regolare l'allattamento in modo che si formi abbastanza latte in un seno per la successiva poppata. Per fare questo, lascia che l'uomo robusto "mangi" dal secondo seno. Alla prossima poppata, inizia ad allattare dal seno dove hai finito l'ultima poppata. L'equilibrio verrà gradualmente ripristinato.

20. Non forzare il bambino ad allattare al momento "opportuno": questo lo rende nervoso e non contribuisce a stabilire un "regime".

21. La maggior parte dei bambini si sazia in 10-20 minuti, ma ci sono anche "bradipi" che hanno bisogno di almeno 40-60 minuti per sentirsi sazi. Durante questo periodo, mangiano la stessa quantità di latte dei bambini "agili". Rendono solo i movimenti di suzione meno intensi, più deboli. Di conseguenza, si dedica più tempo al mangiare..

22. Impara a riconoscere il pianto affamato del bambino e il pianto - una richiesta della tua attenzione. Quando il bambino vuole mangiare, schiocca le labbra, gira la testa alla ricerca di un capezzolo, cerca di succhiarti il ​​dito. Queste reazioni si osservano molto prima di piangere. Se non reagisci, il bambino inizierà presto a piangere. Cerca di non portarlo a questo, altrimenti il ​​bambino imparerà la formula: l'attenzione e l'alimentazione si ottengono solo urlando.

23. Se il latte scorre dal seno prima della poppata, il neonato può "soffocare". Per evitare che ciò accada, pompa un po 'di latte prima acquoso.

24. Come allattare correttamente il tuo bambino

  • Metti la briciola all'interno del gomito. Sollevalo in modo che la sua faccia sia contro il capezzolo. o spugne. Appiattisci il petto vicino all'areola.
Metti il ​​capezzolo e parte dell'areola nella bocca del tuo bambino. Durante l'allattamento, tieni il seno in modo che non blocchi le narici del bambino.

25. Se non riesci a rinunciare alla tua dipendenza dalle sigarette, cerca di non fumare immediatamente prima dell'allattamento, poiché la nicotina provoca vasocostrizione: il latte viene prodotto ed escreto peggio.

26. Quando inizia l'allattamento al seno, procurati un reggiseno speciale. È più comodo nutrirsi con esso, poiché il suo design consente di dare rapidamente e facilmente al bambino un capezzolo senza sbottonare o rimuovere l'intero accessorio.

27. Quando scegli un reggiseno, assicurati che le coppe aderiscano perfettamente al seno (ma non strizzarlo). I modelli senza elastan non sono in grado di supportare bene le ghiandole e possono incurvarsi.

28. Di regola, il latte dal seno perde leggermente. Pertanto, inserisci nel reggiseno degli assorbenti di cotone o di stoffa usa e getta sia di notte che di giorno. Sono venduti in farmacia o in qualsiasi negozio di articoli per bambini. Acquistali già quando ritiri la borsa per un viaggio in ospedale.

29. Posizioni per l'allattamento al seno

  • La posa classica è la testa del bambino al gomito. Più comodo per i seni piccoli. e ha subito una grave tossicosi nella tarda gravidanza, gravi emorragie durante o dopo il parto, chirurgia ostetrica, infezione postpartum. Ma questo non è un motivo per rifiutarsi di stimolare le ghiandole. Non smettere di nutrire o tirare il latte e l'allattamento al seno riprenderà.

32. Succede che l'allattamento sia normalmente stabilito, ma poi diminuisca. Le ragioni di ciò sono irregolarità nel regime di alimentazione del bambino, attaccamento irregolare al seno, lunghe pause tra le poppate, suzione lenta del seno da parte del bambino. Quindi le ghiandole non sono sufficientemente stimolate e "producono" sempre meno latte..

33. La produzione di latte è controllata dal cervello, non dal seno. Pertanto, nei primi 3-4 mesi dopo il parto, escludi tutti i fattori che possono causare stress: lavoro, famiglia e amici che ti rendono nervoso, telegiornali.

34. Per mantenere la pelle del seno tonica, esegui quotidianamente doppi seni contrastanti, pulisci il seno con un panno ruvido e un asciugamano.

35. Per l'alimentazione, scegli un luogo tranquillo e cupo nell'appartamento, dove non ci sono TV, telefono, animali domestici e altri fattori fastidiosi che possono distrarre te e il tuo bambino dall'allattamento al seno..

36. Se il bambino non prende correttamente il capezzolo (non cattura l'areola), può ingoiare aria durante la suzione. Questo fenomeno è chiamato aerofagia. È osservato in tutti i bambini (motivo per cui i bambini sputano dopo aver mangiato). È normale se il volume d'aria ingerito non supera il 10% del volume dello stomaco. Altrimenti la mollica non succhierà la quantità di latte prescritta: l'aria allungherà lo stomaco e creerà una sensazione di sazietà.

37 Il contenuto calorico della dieta dovrebbe essere 300 kcal in più rispetto al 3 ° trimestre - 2600-3100 kcal. Ma non mangiare troppo: bastano tre pasti al giorno e 3-4 spuntini leggeri al giorno. Ottieni calorie da carni magre, verdure, frutta, pane integrale, cereali e latticini.

38. Durante l'allattamento, puoi usare creme per capezzoli screpolati con lanolina. Acquistali solo da farmacie o negozi specializzati per mamme. Di norma, tali prodotti contengono componenti sicuri per la salute del bambino..

39. Quando c'è troppo latte, c'è il rischio di ristagno e un'eccessiva espressione non farà che aumentare la produzione di latte. Allatta il tuo bambino e se la ghiandola è troppo stressata, esprimi un po ', letteralmente 5-10 ml.

40. Se soffri di stasi del latte, il tiralatte non drenerà il tuo seno. Un'ostetrica esperta che conosce le tecniche del massaggio anti-congestizio può aiutare. Può insegnarti anche questo.

41. Il seno produce tanto latte quanto il bambino succhia. Esprimere più latte dopo l'allattamento.

42. Per evitare crepe sui capezzoli, è necessario aiutare la pelle a diventare ruvida. Per fare questo, metti brandelli di lino, spugna o tessuto waffle nelle coppe del reggiseno all'altezza dei capezzoli per l'intera giornata..

43 Alcuni alimenti possono provocare allergie ai bambini attraverso il latte.

44. I capezzoli invertiti o piatti possono essere estratti. Per fare ciò, estrai i capezzoli 2-3 volte al giorno e scorri tra le dita per 3-4 minuti. Fallo ogni giorno per un mese, preferibilmente nel secondo trimestre..

45. Una crema antismagliature si applica al meglio durante la gravidanza o dopo la fine dell'allattamento: non puoi sapere con certezza che i suoi componenti non penetreranno nel latte e non danneggeranno il bambino.

46. ​​La quantità di latte che produci non dipende da quanto mangi. La cosa principale è che la dieta è equilibrata e contiene le vitamine e i minerali necessari..

47. La causa della colica in un bambino non è ancora chiara. È noto solo che alcuni cibi mangiati da una madre possono causare una maggiore formazione di gas attraverso il latte..

48. Prendi un complesso vitaminico per le donne in gravidanza e in allattamento. Fornirà al tuo bambino vitamine e minerali che potresti non assumere con il cibo normale..

49. Gli scienziati affermano che ci sono sostanze nel latte materno che possono prevenire le coliche intestinali. Quando il bambino allatta al seno, si calma e anche il dolore dovuto alle coliche può diminuire. Spesso la colica intestinale appare proprio nei bambini eccitabili e nervosi che non trovano conforto nel petto.

50. Le poppate notturne sono un mezzo per mantenere una lattazione adeguata. Ciò è dovuto alla maggiore produzione di ormone della lattazione - prolattina durante queste ore. Pertanto, non escludere l'allattamento al seno notturno dal regime. Sono tenuti a continuare l'allattamento al seno..

51. Entro i 2 mesi di età, il bambino dovrebbe stabilire spontaneamente un regime di alimentazione. Chiederà un seno ogni 3,5-4 ore: questo è il tempo necessario al corpo del bambino per digerire una porzione di cibo. Se il regime non è stabilito in alcun modo, il bambino si sveglia spesso di notte, il che significa che qualcosa lo sta innervosendo. Assicurati che l'atmosfera in casa sia calma, perché il bambino sente TUTTO e richiede calma da te.

52. Per rilassarti completamente e goderti il ​​contatto pelle a pelle con il bambino, prova a nutrirlo sdraiato nell'acqua calda del bagno.

53. Non è necessario aggiungere acqua (tè) al bambino nei primi 6 mesi dopo la nascita! Il colostro e il latte contengono la quantità di liquido necessaria (sono per l'87-90% di acqua) e soddisfano il fabbisogno delle briciole anche con il caldo. Il liquido del latte è più sano e meglio assorbito rispetto ad altri prodotti.

54. Quando il bambino è ubriaco, si crea un falso senso di sazietà; per questo allatta il seno lentamente, succhia meno il latte e guadagna poco peso. Se al bambino deve essere somministrato il tè per le coliche, fallo 40-50 minuti dopo l'allattamento.

55. Bere almeno 2 litri di liquidi al giorno. Il latte è principalmente acqua e il tuo corpo ne ha bisogno a sufficienza.

56. L'allattamento al seno non dovrebbe essere associato al lavoro, ma al riposo: questa è la chiave per una buona alimentazione a lungo termine. Scegli la posizione più comoda per l'allattamento al seno, su una poltrona o su un letto. Mentre allatti il ​​bambino, stabilisci un contatto molto importante "faccia a faccia", pensa al bambino, lodalo mentalmente e ad alta voce, accarezzalo, sorridi.

57. Se un bambino “resta appeso” al petto per ore, non lascia uscire il capezzolo dalla bocca e quando cerca di “strapparlo” inizia a piangere pesantemente, significa che è in uno stato di ansia accentuata. Cerca di risolvere possibili conflitti familiari, non essere nervoso, evita la comunicazione con persone che ti infastidiscono.

58. Per migliorare l'allattamento, puoi bere tè e decotti di semi di cumino, aneto, anice, finocchio, erba medica, origano. Il miglior rimedio, tuttavia, è il tuo atteggiamento nell'allattamento al seno e la fiducia di poter allattare..

59. Il contatto pelle a pelle del bambino con la madre è ben accetto da pediatri e psicologi ed è consigliato fin dai primi minuti di vita del bambino. È così che si verificano la conoscenza e la formazione dell'attaccamento, ulteriore stimolazione ormonale dell'allattamento, che è molto importante nelle prime settimane della sua formazione e durante le crisi dell'allattamento.

60. Se hai mal di testa o mal di denti, prendi mezza compressa di analgin o paracetamolo. Piccole dosi di questi medicinali non danneggeranno il tuo bambino e aiuteranno ad abbassare la temperatura..

61. Hai preso un raffreddore? È sufficiente indossare una maschera di garza durante l'alimentazione. Il bambino non si infetterà se non interrompi l'alimentazione, perché è nel tuo latte materno che sono contenute tutte le immunoglobuline necessarie per il bambino, che possono proteggere il suo corpo dalle infezioni.

62. Evitare l'assunzione di farmaci che sopprimono l'allattamento: diuretici, anestesia eterea, DOPA, parlodel, bromocriptina, dostinex; medicinali contenenti gestageni, androgeni, canfora, alcaloidi dell'ergot. L'infuso di ergotina e salvia e il tè riducono l'allattamento.

63.Se sei malato, ma non vuoi assumere farmaci e sei trattato con "erbe", leggi l'elenco delle piante di cui è vietato l'uso durante l'allattamento. Attraverso il latte possono provocare allergie nel bambino, aumento dell'eccitabilità o disturbi più gravi (disidratazione, vomito, convulsioni, arresto respiratorio).

64. Non pensare mai male al tuo seno: può “offendersi” e “rispondere” con malattia o mancanza di latte. E mentalmente e ad alta voce la lodi, la ammiri e la ammiri!

65. Se il bambino ha più di 3 mesi, ma spesso chiede del seno, potrebbe aver bisogno della tua attenzione e del tuo amore. È possibile che il bambino sia molto nervoso. Pertanto, invece di nutrirlo con il latte artificiale, ripristina un'atmosfera tranquilla in casa, abbraccia il bambino più spesso e continua a nutrire solo latte materno..

66. Medici, genitori, fidanzate possono assicurarti che non hai abbastanza latte, il bambino è malnutrito, non ingrassa. Molto spesso si sbagliano. Solo le bilance pesaneonati elettroniche daranno informazioni affidabili: pesare il bambino prima e dopo l'alimentazione. Se è almeno 50-70 g più pesante, allora è tutto in ordine con il latte e NON è necessario nutrire il bambino con una miscela.

67. Se il bambino non prende peso, la “colpa” può non essere una debole lattazione, ma le peculiarità della digestione delle briciole, possibili disturbi nell'assimilazione del cibo. Non interrompere l'allattamento al seno, non nutrire il bambino con una miscela. Per prima cosa, fai testare le feci di tuo figlio per vedere se la sua digestione va bene..

68. Se pensi di essere a corto di latte, pompa più spesso. Il latte materno contiene una sostanza: un inibitore della lattazione (soppressore). Si accumula nel seno pieno e riduce l'allattamento. Il deflusso del latte stimola le ghiandole.

69. Per scoprire se il tuo bambino ha abbastanza latte, fai un test del pannolino bagnato. Per un giorno, libera il bambino dai pannolini e metti solo un pannolino. Se un bambino urina 6 o più volte al giorno, l'urina è incolore o giallo pallido, significa che ha abbastanza latte.

70. All'età di 3-6 settimane, 3; 7; A 11 e 12 mesi, il bisogno di cibo del bambino aumenta a causa dell'aumento dell'attività e del corpo. In questo momento, può sembrare che non abbia abbastanza latte materno. Basta non smettere di nutrire il seno, e presto le ghiandole si "adatteranno" ai nuovi bisogni del piccolo.

71. Il sapore e l'odore di cipolle, aglio e altre spezie vengono trasmessi al latte e il bambino può rifiutarsi di allattare. Se il bambino non succhia per questo motivo, lascialo "ripensare" per 30-60 minuti.

72. Fai esercizi per i muscoli del torace ogni 2-3 giorni per mantenere il seno in forma..

  • Unisci i palmi delle mani all'altezza del petto. Raddrizza la schiena e premi saldamente le basi dei palmi l'una contro l'altra. Rilassati in un secondo. Ripeti lo squeeze-release altre 25 volte. tirarli come se cercasse di rompere una frizione. Fai 25 ripetizioni.
Questo analogo del primo esercizio è buono in quanto coinvolge non solo i muscoli pettorali, ma anche i muscoli che supportano l'articolazione della spalla. Nello stesso modo descritto nell'esercizio 1, stringi i palmi delle mani sopra la testa. Fai 25 ripetizioni.

73. Se hai troppo latte, dai solo un seno alla volta e non spremere il latte in eccesso. Se l'altro è troppo gonfio allo stesso tempo, scolare 10-15 ml (ma non di più) per alleviare la tensione. Alla poppata successiva, dai il seno che hai pompato e non applicarlo all'altro (che è stato nutrito l'ultima volta).

74. Se il bambino succhia per un minuto e poi si rompe il seno piangendo, ciò potrebbe indicare che:

  • il bambino ha il naso che cola, naso chiuso; pigrizia in bocca (mughetto, dentizione);
interferisci con il suo succhiare con qualcosa (contrazione, movimento); sei nervoso e viene trasmesso al bambino; il latte scorre troppo.

75. L'odore del tuo profumo, deodorante o l'odore pungente del sudore possono allontanare il tuo bambino da te. Durante il periodo della poppata, cerca di non "versare" profumo e fai la doccia più spesso. Il più amato e lenitivo per un ometto è l'odore della tua pelle. Decisamente pulito.

76. Sei sicuro che il bambino si rifiuti di allattare? Dopotutto, un ometto può semplicemente:

  • a lungo "punta" al capezzolo, gira la testa; compagno o la partenza di un'altra persona) tipica dell'età di 4-8 mesi.

77. Affinché il bambino non rinunci al seno, tienilo spesso tra le tue braccia; fornire contatti pelle contro pelle e occhi; dormire con lui e nutrirlo di notte; escludere i succhietti; prova altre posizioni per l'allattamento al seno.

78. L'alimentazione naturale non influisce negativamente sul tuo rapporto intimo con tuo marito. Al contrario: molti uomini trovano l'allattamento al seno molto sexy. Ma se allo stesso tempo ti stai nascondendo da tuo marito, forse qualcosa non va nella tua relazione. Consulta uno psicologo di famiglia!

79. L'approvazione del marito è un buon modo per mantenere l'allattamento al seno. Va bene se ti fa i complimenti quando dai da mangiare al tuo bambino; soprattutto se sottolinea che sei bella durante l'allattamento ed è molto importante per lui dare al suo bambino esattamente il latte materno. Se lui stesso non sa farlo, "suggerisci" con tatto.

80. Non permettere a tuo marito di parlare negativamente del tuo seno "gonfio", per confrontarti con una "vacca da reddito". Questo riduce il tuo atteggiamento mentale nei confronti dell'allattamento al seno, che porta inevitabilmente a una diminuzione della lattazione e dello svezzamento..

81. Rifiuta qualsiasi affermazione negativa sull'allattamento al seno da parte delle nonne del neonato. Soprattutto quelli che riducono la tua fiducia nella tua capacità di allattare. L'unica cosa che vale la pena ascoltare a questo proposito sono le storie di come hanno allattato al seno per molto tempo e di quanto sono felici che tu possa dare anche al tuo bambino il tuo latte.

82. Se sospetti una mancanza di latte, le nonne del bambino dovrebbero solo sostenerti. Non prendere frasi come "ti ho nutrito con una miscela (brodo, porridge, latte di mucca, ecc.) - e niente". Anche le miscele più moderne non possono sostituire il tuo latte per le briciole, e i decotti, i cereali e ancor di più il latte di mucca danneggerà solo le briciole alla sua età!

83. La stanchezza fisica ed emotiva può causare una diminuzione della lattazione. Pertanto, prova a uscire di casa 2-3 volte a settimana per 2-3 ore. Fai una passeggiata, vai dal parrucchiere, fai shopping, visita un amico, visita un teatro, un museo. Il rilascio emotivo periodico è necessario per un'alimentazione efficace..

84.I pediatri dei policlinici distrettuali sono spesso favorevoli all'alimentazione supplementare. Se il medico non ha cercato di scoprire il motivo della diminuzione della lattazione e di stabilire il tuo allattamento al seno per almeno 2 settimane e gli integratori immediatamente prescritti, nominando le miscele di 1-3 di determinate marche... salutalo e scegli un altro pediatra.

85. In caso di allattamento, il pediatra può prescrivere solo miscele medicinali che danno 30-50 g alla fine dell'allattamento al seno. I loro pacchetti indicano che la miscela è medicinale e non è un sostituto del latte materno. Se un medico consiglia in modo ingiustificato l'integrazione, viola le raccomandazioni dell'OMS.

86. Quando vai in palestra, indossa un reggiseno con il massimo grado di sostegno. Ora, quando il peso di ciascuna ghiandola mammaria è aumentato a causa dell'allattamento, anche il rischio di smagliature e seno cadente è maggiore..

87. Gli sport più indicati per le madri che allattano sono lo yoga, il pilates, la callanetica. Bere molta acqua durante l'esercizio. Aiuterà a rimuovere rapidamente i prodotti metabolici dal corpo, "bypassando" il latte materno.

88 Dopo le prime sessioni di fitness, il tuo bambino potrebbe iniziare a rinunciare al latte materno, rimanere sveglio dopo aver mangiato o avere coliche. È solo che durante l'esercizio, le tossine e le tossine vengono rimosse dal corpo, che può entrare nel latte e causare coliche. Riduci il carico e, nel tempo, la composizione del latte tornerà alla normalità.

89. Un intenso esercizio cardiovascolare aumenta l'allattamento. Il bambino non può succhiare tutto il latte e col tempo inizia a "bruciarsi". Ciò porta a una diminuzione e alla cessazione della produzione di latte, nonché a un cambiamento nel suo gusto e nelle sue proprietà. Non esagerare con gli allenamenti e scegli la forma fisica più adatta a questo periodo..

90. Se ti sei trasferito (in una dacia o in un altro appartamento), il bambino potrebbe richiedere più spesso il seno. Non negarglielo in tali circostanze, poiché la sensazione della tua vicinanza gli dà un senso di sicurezza e si adatta più velocemente..

91. Se in estate sei impaziente di nuotare in mare aperto, fallo in un grande fiume o in mare. Nell'acqua stagnante di stagni, laghi, pozzi pieni d'acqua o piccoli fiumi, la concentrazione di batteri patogeni è più alta. Una volta nel condotto del latte o nella bocca, possono causare infezioni (seno, intestino, tutto il corpo) e può essere pericoloso allattare un bambino. Non nuotare dove ci sono uccelli acquatici.

92. Quando si prevede di andare al lavoro e trasferire il bambino all'allattamento artificiale con latte estratto, fare scorta di un buon tiralatte, 3-5 biberon e sacchetti per conservare il latte congelato. La tettarella per il biberon dovrebbe avere un foro piccolissimo (1 o 3): in questo modo il bambino non dimenticherà come fare uno sforzo per “prendere” il latte. Altrimenti, non ti succhierà più il seno..

93. Quando vai a lavoro, esci da casa per non più di mezza giornata lavorativa. Il passaggio all'allattamento artificiale con latte estratto dovrebbe essere graduale. Questo è importante sia per la psiche del bambino (uno svezzamento brusco da parte della madre provocherà un forte stress) che per l'allattamento (l'allattamento naturale da parte del bambino supporta l'allattamento meglio che esprimere).

94. Conservare il latte, espresso in bottiglia, in frigorifero. Dopo qualche ora di riposo si può dividere in 2 strati, emergerà la "crema". Ciò non significa che il latte sia andato a male. Basta scuoterlo, riscaldarlo e le briciole possono essere nutrite.

95. Per la conservazione del latte congelato, è importante in quali condizioni è stato raccolto. Pertanto, prima di estrarre, lavare le parti del tiralatte, che toccheranno il seno, i capezzoli e le mani, con acqua calda e sapone. Conservare il latte in speciali sacchetti di plastica usa e getta per il latte espresso.

96. Riscaldare il latte estratto solo a bagnomaria e non portarlo a ebollizione, altrimenti tutti i nutrienti verranno distrutti. È pericoloso riscaldare il latte nel microonde: questo tipo di trattamento termico crea punti caldi nel latte e il bambino può bruciare gravemente la bocca e l'esofago.

97. Assicurati di estrarre il latte anche al lavoro. Per fare questo, porta con te un tiralatte manuale o elettrico portatile. Se non si pompa, il latte potrebbe "bruciarsi" e l'allattamento si interromperà..

98. A temperatura ambiente (23-25 ​​gradi C) il latte espresso può essere conservato per 4-5 ore, in frigorifero (0-3) - 2 giorni. In uno stato congelato nel congelatore di un frigorifero a scomparto singolo (-4 - 5 gradi C), dura 8 giorni, nel congelatore di un frigorifero a due scomparti - 2 mesi. Il latte sarà conservato nel congelatore (-18-25 gradi C) - fino a 6 mesi.

99 Nutrire il tuo bambino solo con latte materno è necessario fino ad almeno 6 mesi di età. Pertanto, fino a questo momento, non introdurre altri prodotti nella sua dieta. Il bambino deve succhiare e quindi stimolare l'allattamento.

100. Puoi pensare di annullare l'allattamento al seno entro 12-14 mesi dal parto. Lo svezzamento passerà impercettibilmente se hai inserito correttamente gli alimenti per adulti nel menu del bambino dopo i 6 mesi di età. Se l'agitazione continua a chiedere frequentemente il seno, questo potrebbe essere un segno di aumento del nervosismo e dell'ipereccitabilità nel tuo bambino..

101. Il miglior rimedio lattogonico - "l'allattamento dominante" - è la convinzione della madre di poter allattare il suo bambino, il suo latte è il migliore ed è un alimento ideale e insostituibile per il bambino. In una parola, la cosa principale è credere e sapere!